Home » Zero è Uno – Arte e Digitale Art Nomade Milan News

Zero è Uno – Arte e Digitale Art Nomade Milan News

di Giulio Raffaele
arte digitale

arte e digitale

Quali sono i confini del digitale nell’arte?

E quali sono i confini dell’arte nel digitale?

Quando ci si inserisce in un discorso è sempre bene iniziare ponendo(si) almeno una domanda.

È fondamentale interrogare ed ascoltare la conversazione esistente sull’arte. Cominciamo quando gli esseri umani hanno realizzato che potevano esprimere il proprio pensiero plasmando materiali grezzi, usando nuovi strumenti, riproducendo il mondo esterno e proiettando il mondo invisibile interiore individuale e collettivo. Ellissi di millenni, sulla stessa linea temporale del salto che “2001 Odissea nello Spazio” compie dal primo osso usato come strumento di potere alla stazione spaziale orbitante attorno alla Terra. Ellissi audace e azzardata, dalla pittura rupestre e dalle prime statuette di pietra calcarea raffiguranti la divinità Venere. Fino ad arrivare ad oggetti che esistono solo in piastre di silicio sotto forma di impulsi elettrici.

Zero e Uno.

arte digitale

arte digitale
Zero è Uno – Arte e Digitale Art Nomade Milan News.

La distanza tra lo Zero e l’Uno è la più inspiegabile e affascinante misura dell’abisso che separa (e unisce) l’arte che si è soliti definire analogica dall’arte che prende il nome di digitale. Gli esseri umani hanno bisogno di confini e categorie per comprendere al meglio il mondo esteriore e interiore. Per spiegare i risultati del loro agire sulla realtà. Infatti, nel porci le due domande iniziali, siamo rimasti anche noi nel confortevole nido dello scrutare un confine tra due mondi. La soglia tra due discorsi distinti. Siamo partiti dal presupposto implicito di voler comprendere e affermare ciò che è Arte e ciò che non lo è. Ci siamo inseriti nel ragionamento partendo da un pregiudizio sull’arte digitale, assumendo che la sua dignità espressiva possa essere limitata ad un numero definito di tecniche, tecnologie e mezzi espressivi.

arte digital

Che sia meglio inserirsi nel discorso sull’arte digitale con una domanda differente?

Potremmo provare con questo quesito: usando le tecnologie digitali, quale nuovo valore l’artista apporta alla creatività?

Con questo dubbio, in questa rubrica, esploreremo anche il lavoro delle artiste e degli artisti che hanno deciso di usare le tecnologie digitali per esprimere la loro visione della realtà e interpretare lo spirito del nostro tempo.

Zero e Uno esistono contemporaneamente e sono parte del discorso corale dell’arte in cui ci andiamo ad inserire.

Post Scriptum: se ci sarà occasione, di tanto in tanto, condivideremo anche delle considerazioni sul più ampio ruolo del digitale nel sistema dell’arte e della cultura, guardando a come la tecnologia può abilitare e facilitare i processi di front– e back-office del settore.

Lascia un commento

Questo sito web utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza. Accetta Cookies Leggi di più

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter settimanale per non perdere mai le novità di Art Nomade Milan!